Home » Uncategorized » Dalla traversata del deserto ai maltrattamenti in Libia.

Dalla traversata del deserto ai maltrattamenti in Libia.

La storia di Florient e Sori alla media di Vignale

 

Florient e Sori durante l’incontro della scuola media di Vignale

Nei giorni scorsi si è svolto un incontro tra migranti accolti dalla cooperativa Crescere Insieme e alcune classi del­la scuola Media di Vignale. Il primo è stato Florient, 36 anni, del Camerun, in Italia da un anno, a raccontare il viaggio suo e della sua fami­glia. Partendo dalla fuga dal Camerun, l’attraversamen­to del deserto sopra camion pieni di animali e uomini e la paura di non farcela mi­schiata al desiderio forte di proseguire, di non fermar­si. Durante il lungo tragitto mancava l’acqua potabile e Florient non era solo: con lui ad affrontare il viaggio c’era­no anche la moglie e i loro due bambini. La più grande aveva meno di due anni. Il viaggio li conduce in Libia. Non arrivano con l’idea di proseguire per altri Paesi ma l’intento è quello di rimanere per lavorare. Nel proprio Pae­se, spiega Florient, della Libia si parlava bene: amici e cono­scenti raccontavano di ottime opportunità lavorative. Succede il contrario: da subi­to Florient, sua moglie e i due piccoli, si trovano immersi in un contesto terribile, ca­ratterizzato da sevizie, mi­nacce e maltrattamenti. Fi­niscono per essere ostaggio di gruppi armati con l’unico scopo di estorcere denaro e vivono momenti di grande tensione e paura. Ottenuta la liberazione, partono per l’Italia, stipati in una piccola imbarcazione sfidando, per l’ennesima volta, il perico­lo della morte. Oggi lui e la sua famiglia sono ospiti di un progetto di accoglienza SPRAR volto all’integrazione e all’autonomia sul territorio. Florient ha iniziato un tiroci­nio in un’azienda della zona e sua moglie sta per conseguire il diploma di Licenza Media.

«Spero di ricostruire una vita qua in Italia benché mi manchi molto il mio Paese», ha detto Florient a conclusione della propria testimonianza. L’attenzione di ragazzi e insegnanti, poi, si è spostata sul volto di Sori. Lui ha 23 anni ed è partito dal Mali alla ricerca della sua famiglia. Attraversa sette paesi diversi prima di fermarsi in Libia. Conosce benissimo i viaggi nei camion della morte e della speranza, ricorda il deserto infinito ed ha ancora presente l’inferno libico che ha vissuto. Durante la permanenza in Libia viene trattenuto in una sorta di carcere per cinque lunghi mesi, ostaggio di gruppi armati che vedono nelle persone come lui una fonte di guadagno.

Oggi Sori è accolto nel centro CAS gestito da Crescere Insieme nel Comune di Ca- magna. Segue la terza media al CPIA di Casale ed ha appena frequentato un corso di panificazione presso un Centro di Formazione Professionale, cerca lavoro mandando il proprio curriculum alle aziende del territorio, ed attende la conclusione del percorso della sua richiesta d’asilo. Al termine dei racconti sono piovute le domande da parte dei ragazzi: hanno manifestato le proprie curiosità, dubbi ed impressioni le loro idee su quello che avevano visto o sentito dire.

Gli incontri e il progetto “Immigrazione e Intercultura”

Gli incontri previsti dal progetto “Immigrazione e Intercultura” proseguiranno in altri Istituti durante tutto l’arco dell’anno scolastico, spiega Elisabetta Picco dell’associazione eForum. In Monferrato, Crescere Insieme gestisce un progetto SPRAR nei Comuni di Casale, Occimiano e Mirabello e tre centri di accoglienza CAS nei Comuni di Vignale, Camagna e Occimiano. L’incontro è il frutto del progetto “Immigrazione e Intercultura” gestito dall’associazione eForum (Educational Forum) che da diversi anni si trova impegnata in percorsi di educazione all’ Intercultura con le scuole del territorio

Da “Il Monferrato” del 14/11/2017

Contatti

collegamento Contatti
febbraio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728  

Piattaforma Formazione

collegamento Progetto Petrarca

collegamento rete cpia

Translate »

Continuando ad utilizzare il sito, l'utente accetta l'uso di cookie. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close